MENU

Medio Oriente
Category Archive

Mercati neri, stati in rovina e la crescita di imprenditori banditi in armi

luglio 6, 2015 • Medio OrienteCommenti disabilitati su Mercati neri, stati in rovina e la crescita di imprenditori banditi in armi

    È il titolo di una raccolta di saggi di autori vari, pubblicata dalla North Atlantic Books in California, che analizza come ogni nuova legittimità e ogni nuova forma di stato nella storia siano sempre sorti dopo un lungo disfacimento del vecchio ordine in stati collassati, e siano sempre iniziati come accettazione e legittimazione ...

Read More

Isis, venerdi di terrore

giugno 27, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Isis, venerdi di terrore

di Ennio Remondino Oltre cento morti nel venerdì della sfida globale distribuita sui tre continenti dove l’Isis è in guerra Attacchi in quattro Stati di tre continenti diversi: Francia, Tunisia, Somalia e Kuwait. Non c’è ancora un bilancio finale

La Resistenza Iraniana da Parigi, è ora del regime change

giugno 18, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su La Resistenza Iraniana da Parigi, è ora del regime change

Reprtage di Davide Meinero È sempre emozionante il raduno della Resistenza Iraniana (CNRI) che si tiene ogni anno in giugno a Villepinte per commemorare il massacro dei manifestanti che scesero in strada nel giugno del 1981 contro il regime khomeinista a

Il martirio di Tartus

giugno 9, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Il martirio di Tartus

Redazione Tartus è la seconda città siriana, è un porto sulla costa mediterranea, in cui i Russi hanno in concessione una base navale, ed è abitata in prevalenza da Alawiti, così come Latakia più a nord (vedi mappa). Gli Alawiti sono una setta sciita

L’arroganza di Erdogan

giugno 5, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su L’arroganza di Erdogan

    Redazione Durante la campagna elettorale in corso (le elezioni politiche si terranno il 7 giugno 2015) gli oppositori di Erdogan lo hanno accusato di aver usato 385000 dollari di fondi pubblici per regalare una grande Mecedes Benz blindata al

Terrorismo in crescita in Arabia Saudita

maggio 25, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Terrorismo in crescita in Arabia Saudita

  Redazione Da alcuni mesi in Arabia Saudita si susseguono attacchi terroristici, non soltanto nelle zone abitate dalla minoranza sciita, dove gesti di ribellione e di sabotaggio sono endemici, ma anche in altre zone del Paese e nella capitale Riad

I diversi fondamentalismi jihadisti: perché si affrontano

maggio 24, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su I diversi fondamentalismi jihadisti: perché si affrontano

  Redazione Da quasi quindici anni, cioè dall’attentato alle Torri Gemelle, sentiamo parlare quasi quotidianamente di diversi gruppi fondamentalisti islamici, sunniti o sciiti, di ribellioni e guerre civili. Ma la maggior parte delle persone, e

Perchè solo i Musulmani possono sconfiggere il jihadismo

maggio 20, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Perchè solo i Musulmani possono sconfiggere il jihadismo

  Redazione L’islamismo jihadista non può essere sconfitto senza confrontarsi con l’ideologia che lo sostiene. Sono passati ormai quattordici anni dall’11 settembre, ma non si sono fatti passi avanti in questo campo: si è discusso molto

Siria, verso il compattamento delle forze ribelli sunnite

maggio 12, 2015 • Medio Oriente, MediorienteCommenti disabilitati su Siria, verso il compattamento delle forze ribelli sunnite

  Redazione Arabia Saudita e Turchia si stanno accordando per dare comune sostegno ai ribelli siriani che combattono contro il presidente Assad. Secondo l’Agenzia France Press i Sauditi vogliono compattare sotto un unico comando la maggior parte delle

La nuova coalizione jihadista in Siria

maggio 10, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su La nuova coalizione jihadista in Siria

Redazione In Siria diversi gruppi ribelli hanno unificato la direzione delle proprie unità operative per sconfiggere Assad. Arabia Saudita, Giordania e Stati Uniti tentarono l’unificazione delle forze ribelli già nel febbraio 2014, quando 58 unità