MENU

z in evidenza
Category Archive

Aung San Su Kyi, una politica non una santa

novembre 8, 2013 • Mondo, z in evidenzaCommenti disabilitati su Aung San Su Kyi, una politica non una santa

di Francesca Lancini* “In qualche modo la tragedia birmana non è entrata nella coscienza del mondo. Difficile spiegare perché”. Così scriveva nel 1991 Tiziano Terzani, il nostro corrispondente dall’Asia più noto. Si riferiva alla repressione militare cominciata due anni prima, nel 1988, del movimento per la democrazia di cui decise di diventare

Read More

Internet, gioco generazionale o diffusione dei saperi?

novembre 8, 2013 • Politica, z in evidenzaCommenti disabilitati su Internet, gioco generazionale o diffusione dei saperi?

di Vincenzo Vita Se il mezzo è messaggio, diceva Mc Luhan, è evidente la necessità di studiare i media non soltanto per quanto riguarda i contenuti che trasmettono, ma anche e soprattutto dal punto di vista delle modalità con le quali lo fanno. Già nel

Giovani, lavoro, famiglia. In Sardegna l’allarme rosso.

novembre 6, 2013 • Lavoro, Uncategorized, z in evidenzaCommenti disabilitati su Giovani, lavoro, famiglia. In Sardegna l’allarme rosso.

  di Luigi Coppola “….Probabilmente l’unica via d’uscita è legata alla possibilità che ciascuno faccia un pezzo del lavoro. Pensare che venga qualcuno da fuori a trovare le soluzioni a questi problemi, credo che non sia più

NY e il sindaco troppo ‘sinistro’

novembre 6, 2013 • Mondo, Uncategorized, z in evidenzaCommenti disabilitati su NY e il sindaco troppo ‘sinistro’

da remocontro.it Ennio Remondino Il sindaco democratico che propone di aumentare le tasse ai ricchi e i servizi sociali alle classi più deboli Back to USSR’, titolava ieri il New York Post a proposito della vittoria annunciata di De Blasio. Il sindaco che

La fotografia di Shadi Ghadirian, dall’Iran con furore

novembre 5, 2013 • Cultura e Società, z in evidenzaCommenti disabilitati su La fotografia di Shadi Ghadirian, dall’Iran con furore

 di Dario Cataldo Donna di carattere, reietta al compromesso e sublime osservatrice della realtà circostante, Shadi Ghadirian è un tangibile esempio del cambiamento in atto. Fotografa di risonanza internazionale, nata a Teheran nel 1974, non ama definirsi

Un grido d’allarme per la libertà di informazione

novembre 4, 2013 • Politica, z in evidenzaCommenti disabilitati su Un grido d’allarme per la libertà di informazione

 di Vincenzo  Vita* Su gentile concessione dell’autore, riceviamo e volentieri pubblichiamo:  Presso la  sala della Mercede della camera, l’Alleanza delle cooperative (raggruppamento unitario delle diverse sigle, la più nota è Mediacoop),

La modernizzazione di Cosa nostra. Dagli anni 80 ad oggi

novembre 4, 2013 • Mafie, z in evidenzaCommenti disabilitati su La modernizzazione di Cosa nostra. Dagli anni 80 ad oggi

Con l’assassinio di Carlo Alberto Dalla Chiesa e della moglie Emanuela Setti Carraro, che furono l’apice della ripresa di “omicidi eccellenti”, la situazione in Sicilia era ulteriormente peggiorata; questo diede l’avvio alla costituzione

Tra Mali e Sahel c’è l’Africanistan

novembre 4, 2013 • Mondo, z in evidenzaCommenti disabilitati su Tra Mali e Sahel c’è l’Africanistan

da Remocontro.it  Ennio Remondino Due giornalisti sgozzati. In Mali è guerra tra Francia e forze jihadiste e indipendentiste attive nell’Azawad La fine orrenda della giornalista Ghislaine Dupont e del cameraman Claude Verlon, sgozzati a Kidal richiama

Pier Paolo Pasolini 5 Marzo 1922 – 2 Novembre 1975

novembre 2, 2013 • Arte e Poesia, z in evidenzaCommenti disabilitati su Pier Paolo Pasolini 5 Marzo 1922 – 2 Novembre 1975

   Il 2 novembre 1975 ci lasciò Pier Paolo Pasolini, che è stato e sarà uno dei più grandi poeti, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paroliere e scrittore del nostro paese. Un’intellettuale scomodo in un paese corrotto, che dava

La cina oggi

novembre 1, 2013 • Mondo, z in evidenzaCommenti disabilitati su La cina oggi

In occasione dell’aperura del 18° Congresso Nazionale del Popolo, che si concluderà probabilmente il 15 novembre 2013, dopo aver nominato il nuovo Segretario Generale del Partito (che coincide con il  Presidente della Repubblica) e i membri della nuova