MENU

Archive for aprile, 2019

  • Tripoli non è ancora alla resa

    aprile 14, 2019 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Tripoli non è ancora alla resa

      Redazione  – Riceviamo e volentieri pubblichiamo – L’offensiva del generale Khalifa Haftar su Tripoli è in stallo. Haftar guida la Libyan National Army (LNA), che occupa la massima parte del territorio libico e la quasi totalità degli

  • Chi difende Assange

    aprile 12, 2019 • Paralleli, z in evidenzaCommenti disabilitati su Chi difende Assange

      di Niram Ferretti –   Ieri, dopo sette anni, è terminata per Julian Assange la sua permanenza al riparo dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove si era rifugiato nel 2012. Il “combattente per la libertà“, cocco della sinistra

  • L’inserimento dei Pasadaran iraniani nella lista delle organizzazioni terroristiche

    aprile 9, 2019 • Agorà, z in evidenzaCommenti disabilitati su L’inserimento dei Pasadaran iraniani nella lista delle organizzazioni terroristiche

      Redazione – Il Presidente americano Trump ha deciso di inserire tutta l’unita’ dei Pasdaran iraniani – ovvero le Guardie della Rivoluzione – nella lista delle organizzazioni terroristiche. Una decisione che ha già causato la reazione

  • Ruanda, la lotta al femminile per il cambiamento

    aprile 8, 2019 • Mondo, z in evidenzaCommenti disabilitati su Ruanda, la lotta al femminile per il cambiamento

    Redazione – Il Ruanda vanta un record unico in Africa e forse persino nel mondo: il 61,3% dei deputati eletti in Parlamento sono donne (nella foto Diane Shima Rwigara è una donna d’affari ruandese e attivista per i diritti delle donne che

  • I terroristi sono oggetto di attenzione e le vittime vengono ignorate

    aprile 4, 2019 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su I terroristi sono oggetto di attenzione e le vittime vengono ignorate

      di Uzav Bulut – traduzione di Angelita La Spada Il governo iracheno e le Nazioni Unite di recente hanno iniziato a esumare i corpi sepolti in una fossa comune a Sinjar, alla presenza di Nadia Murad, vincitrice del premio Nobel per la Pace, i cui