MENU

Iran: le strategie del regime dopo il fallito attentato terroristico a Parigi

luglio 22, 2018 • Mondo, z in evidenza

Redazione –

I tentativi dell’intelligence del regime iraniano per infiltrarsi nelle file dell’opposizione e la sua concentrazione su PMOI e sulla Resistenza Iraniana. Appello per l’immediata chiusura delle ambasciate e l’espulsione dei diplomati-terroristi e dei mercenari dell’Intelligence e della Forza Qods

 L’Ufficio di protezione della Costituzione tedesco nella regione Nordrhein-Westfalen, nella sua relazione del 2017 pubblicata in settimana afferma che la concentrazione del ministero delle Informazioni del regime iraniano cade sull’opposizione, in particolare sui Mojahedin del popolo e sul Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. La relazione afferma anche i tentativi dell’intelligence del regime iraniano per infiltrarsi nelle file dell’opposizione in Germania e che la Forza terroristica Qods hanno una estesa attività in tutta la Germania.

Nella relazione dello scorso anno dell’Ufficio di protezione della Costituzione tedesca si confermava che: “La sede ufficiale del ministero delle Informazioni nell’ambasciata iraniana a Berlino ha un funzionamento importante sull’opera dell’identificazione dei servizi”.

Queste scioccanti relazioni palesano ancora una volta che l’immediata chiusura delle rappresentanze iraniane in Europa e l’espulsione dei diplomati-terroristi e dei mercenari dell’Intelligence e della Forza Qods è una necessità urgente non solo per garantire la sicurezza dei rifugiati bensì per la sicurezza di tutta l’Europa. 

Il regime iraniano, come l’Isis, aveva pianificato di eseguire un attentato tra la folla a Parigi, con la differenza che il piano era organizzato nei centri diplomatici e messo in atto dai diplomatico-terroristi e dai suoi agenti dell’intelligence.

 L’Ufficio di protezione della Costituzione tedesco nella regione Nordrhein-Westfalen,  afferma che in questo Stato, così come in tutta la Germania le attività dell’intelligence dell’Iran viene svolta soprattutto dal ministero delle Informazione e della Sicurezza (MOIS) ed è concentrata a mettere sotto l’osservazione le forze d’opposizione e in particolare i Mojahedin del popolo e il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. La relazione continua che: Il MOIS tenta di infiltrarsi nelle file dell’opposizione per osservarla e successivamente mettere in atto propagande per screditala.

Inoltre il MOIS svolge un ruolo importante negli obiettivi classici di spionaggio, i quali spionaggio nei campi politici, militari, economici e scientifici. La relazione continua che la Forza Qods ha un’attività molto estesa in tutta la Germania.

La Forza Qods è un’unità del Corpo dei pasdaran che possiede reparti indipendenti dell’intelligence, di sicurezza e dell’antiterrorismo e sta raccogliendo le informazioni all’estero.

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »