MENU

Nantes, nuove violenze investono la Francia

luglio 5, 2018 • Agorà, z in evidenza

Redazione –

Si susseguono sempre più numerose le violenze nelle periferie parigine e nei paesi circostanti.

A Nantes la polizia esegue un controllo, un giovane viene ucciso nella notte di martedi 3 luglio in seguito all’aggressione ad un poliziotto. Undici le persone arrestate e le rivolte scoppiano immediatamente.

Cinque edifici amministrativi sono stati colpiti ei distretti di Breil, Bellevue, Malakoff e Dervalliéres. A Garges-lées-Gonesse (in Val d’Oise) paese del giovane ucciso, un’interpellanza è avvenuta nella notte dopo che dei mortai incendiari sono stati lanciati contro i poliziotti causando una serie di incendi.

Anche le officine di Dervalliéres e la casa del quartiere Haubans a Malakoff sono state distrutte dalle fiamme, numerose le auto a cui è stato appiccato il fuoco durante gli scontri tra i giovani e le forze dell’ordine. L’odore di bruciato e il fumo di auto e cassonetti, si sono diffusi rendendo l’aria irrespirabile, la polizia ha a sua volta lanciato gas lacrimogeni e i disordini sono proseguiti per ore.

Il clima permane molto teso, “difendiamo la nostra causa e la nostra libertà di parola hanno dichiarato i giovani rivoltosi, la polizia ha commesso un omicidio di un nostro compagno”.

Già la scorsa settimana avevano scatenato dei disordini, e il pubblico ministero di Nantes ha dichiarato che alcuni individui armati hanno bombardato la facciata di un edificio del quartiere ferendo una persona residente al primo piano, quindi il clima era già parecchio surriscaldato nel quartiere.

fonte: Francetvinfo

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »