MENU

Archive for maggio, 2015

  • I diversi fondamentalismi jihadisti: perché si affrontano

    maggio 24, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su I diversi fondamentalismi jihadisti: perché si affrontano

      Redazione Da quasi quindici anni, cioè dall’attentato alle Torri Gemelle, sentiamo parlare quasi quotidianamente di diversi gruppi fondamentalisti islamici, sunniti o sciiti, di ribellioni e guerre civili. Ma la maggior parte delle persone, e

  • Silvio nostrum, dalla discesa in campo alla discesa in porto

    maggio 22, 2015 • Politica, z in evidenzaCommenti disabilitati su Silvio nostrum, dalla discesa in campo alla discesa in porto

      di Seila Bernacchi E’ dell’altro ieri una fantastica intervista rilasciata dall’ex premier – ebbene sì, lo è stato – Silvio Berlusconi alla tv TelePadova. Nel corso dei 30 minuti di dichiarazioni sulla politica interna, la crisi dei

  • Formigoni “maschio italico” con i coglioni

    maggio 22, 2015 • Ipparchia DocetCommenti disabilitati su Formigoni “maschio italico” con i coglioni

      Roberto Formigoni che sbraita e sproloquia all’aeroporto dev’essere stato un gran bello spettacolo a cui tutte le “femmine” di questa Repubblica delle banane avrebbero certamente voluto assistere. Lui, il “virile maschio

  • Le “spose bambine”, la cosa ci riguarda

    maggio 22, 2015 • Agorà, z in evidenzaCommenti disabilitati su Le “spose bambine”, la cosa ci riguarda

        di Loredana Biffo Come si compra una “sposa bambina”? Facile, per qualche migliaia di euro si può avere in vendita una minorenne. Sono svariate le modalità, e anche in rete, con un paio di clik, piovono le “offerte”. Le spose bambine,

  • Renzi centro di gravità permanente e videocrazia

    maggio 21, 2015 • Politica, z in evidenzaCommenti disabilitati su Renzi centro di gravità permanente e videocrazia

    di Vincenzo Vita In attesa del ritorno in scena del “Centro di ascolto per l’informazione radiotelevisiva”, il cui metodo di rilevazione delle presenze politiche –costruito sulle audience effettive e non sul mero minutaggio- tanto ci manca, dobbiamo

  • Occhetto, una lacrima sul viso

    maggio 20, 2015 • Ipparchia DocetCommenti disabilitati su Occhetto, una lacrima sul viso

    di Maria Teresa Busca Achille Occhetto è facile alla commozione. Ha l’occhio predisposto, proprio come conformazione fisica. Anche la voce pare sempre sul punto di spezzarsi. E di lacrime, in effetti ne ha versate. La maggior parte alla cosiddetta svolta

  • Ma siamo sicuri che non debba riprendere l’intervento Statale in economia?

    maggio 20, 2015 • Economia, z in evidenzaCommenti disabilitati su Ma siamo sicuri che non debba riprendere l’intervento Statale in economia?

        Aldo Giannuli Uno dei caspisaldi ideologici del neo liberismo (e forse il principale) è stato l’espulsione dello Stato dall’economia: le grandi holding statali (come le Partecipazioni Statali in Italia), dove c’erano, sono state

  • Perchè solo i Musulmani possono sconfiggere il jihadismo

    maggio 20, 2015 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Perchè solo i Musulmani possono sconfiggere il jihadismo

      Redazione L’islamismo jihadista non può essere sconfitto senza confrontarsi con l’ideologia che lo sostiene. Sono passati ormai quattordici anni dall’11 settembre, ma non si sono fatti passi avanti in questo campo: si è discusso molto

  • I “diritti” in uno Stato laico

    maggio 19, 2015 • Comunicati StampaCommenti disabilitati su I “diritti” in uno Stato laico

      Le parole odierne del Card. Bagnasco sganciate dalla realtà quotidiana.  “Uno dei principali compiti di uno Stato laico, pluralista, è quello di garantire pari diritti ai propri cittadini, pretendendo il rispetto dei doveri. Ciò nella piena

  • Genocidio armeno e negazionismo, una questione aperta. Parte quinta

    maggio 19, 2015 • L'eco della memoria, z in evidenzaCommenti disabilitati su Genocidio armeno e negazionismo, una questione aperta. Parte quinta

      di Claudio Vercelli Nelle memorie del suo segretario personale ad Abdul Hamid II è attribuita la volontà netta di perseguire una «politica di severità e di terrore contro gli armeni; in ragione di ciò decise di dare loro un colpo economico,