MENU

La sardegna c’è

maggio 31, 2015 • Cinema e Dintorni, z in evidenza

parole-e-musicaunnamed (9)

di Luigi Coppola

Nell’isola delle emergenze, dove i tassi crescenti sono normalmente negativi (disoccupazione, dispersione scolastica e calo demografico), risalta una controtendenza positiva, sensibile agli investimenti nell’attività di ricerca dei giovani talenti musicali.
Un vivaio ancora florido che conferma la seconda isola nazionale un laboratorio di interesse particolare, capace di attirare interesse e presenze internazionali.
In questo felice ambito si colloca la terza tappa, consumatasi venerdì sera 29 maggio ad Alghero, delle selezioni Sound4Social, il contest musicale promosso dal Fondo Sociale Europeo (FSE) della Regione Sardegna. Il progetto POR FSE, volto a finalizzare l’accesso all’occupazione persegue nuove opportunità per disoccupati, inoccupati e imprese.
Applicato nella ricerca e comunicazione di nuovi talenti musicali locali, l’iniziativa, in itinere
dallo scorso 6 maggio, per i territori dell’Isola, ha intercettato giovani artisti e band emergenti.

Nello storico club house alghererse, il Poco Loco, si sono sfidate, alternandosi sul palco, sei band (e i relativi brani) proposti alla selezione dal vivo.
La serata è stata ripresa dalle telecamere di Videolina, primo network regionale e
condotta dalla fonica americana Marti Jane Robertson con il giornalista e musicista Alessio Mura. Entrambi commissari della giuria tecnica, alla quale hanno partecipato anche il produttore discografico Gianni Menicucci e il manager discografico Matteo Lombardo.
Molti spettatori, distribuiti ai tavoli banditi dalle tipiche pietanze, sono stati i giurati popolari. Che hanno espletato diligentemente il ruolo, votando con apposite schede, le esecuzioni delle band in gare, ognuna delle quali ha presentato due brani del proprio repertorio.

Un’occasione importante per far conoscere ai media le emergenze musicali di Sardegna. Attraverso una prestigiosa vetrina patrocinata dalla U.E. dedicata ai temi comunitari, sociali dei nostri giorni. Come da regolamento, le produzioni musicali proposte dai candidati iscritti al contest, devono coinvolgere uno dei temi cari al Fondo Sociale Europeo: la disoccupazione, la formazione, l’istruzione, il sostegno ai gruppi sociali svantaggiati, la lotta all’emarginazione sociale. Un canale adeguato per comunicare la sensibilità dei giovani, impegnandoli al contempo in un progetto di crescita e ricerca personale.

La finale, in cui sarà scelto il vincitore assoluto, si terrà a Cagliari il 21 giugno, in piazza Unione Sarda, in occasione della Festa Europea della Musica. Una serata che si prospetta come una grande festa cui parteciperanno i finalisti qualificatisi nelle tappe intermedie.
Tra i premi riservati ai 6 vincitori, la realizzazione di un book professionale, l’inserimento nella compilation del Cd “Sound4Social. Grab the future!” (contenente i brani presentati da ciascuno degli artisti/band finalisti) e la promozione della compilation in occasione del prestigioso Womex 2015, la Fiera Mondiale della Musica, in scena a Budapest, dal 21 al 25 ottobre.
Dopo la mezzanotte, passata fra i ripetuti applausi del parterre, la giuria ha decretato vincitori, ammessi alla finale di Cagliari, ad ex aequo, due band sassaresi: Clàmor (Alessio Piu, Marco Camedda, Marco Garua, Massimo Canu, Ilenia Romano), in scena con “Su” e “Ringrazio” e Gavino Riva (Gavino Riva, Gianluca Gadau, Gian Mario Solinas, Paolo Zuddas), sul palco con “Intenso” e “Solo me”

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »