MENU

I “diritti” in uno Stato laico

maggio 19, 2015 • Comunicati Stampa

unnamed (4)

 

Le parole odierne del Card. Bagnasco sganciate dalla realtà quotidiana. 

“Uno dei principali compiti di uno Stato laico, pluralista, è quello di garantire pari diritti ai propri cittadini, pretendendo il rispetto dei doveri.

Ciò nella piena salvaguardia del diritto di critica e di opinione, da non confondere tuttavia con interferenze sulla gestione dell’attività politica e legislativa.

Le parole pronunciate oggi dal card. Bagnasco nella sua prolusione all’assemblea generale della CEI riguardo ai temi del divorzio breve, delle unioni civili e più in generale sui temi etici riguardanti il diritto alla felicità di ogni individuo, rappresentano concetti di discrimine e di intolleranza, potenzialmente foriere di ulteriori tensioni di cui il nostro Paese proprio non ha bisogno.

Quanto dichiarato oggi dal Cardinale, manifesta il palese perpetuare di un pensiero sganciato dalla realtà della vita quotidiana, difforme dalla volontà di realizzare l’unico obiettivo verso cui tendere per una società realmente attenta al benessere prima di tutto individuale e poi collettivo dei propri cittadini: un percorso culturale e legislativo di riconoscimento di uguaglianza di ogni individuo.”

Paolo Briziobello

Presidente “Associazione di Cultura e Politica LITALIAINTESTA”
www.litaliaintesta.it
Facebook: LItaliaintesta
Twitter: @litaliaintesta

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »