MENU

Archive for dicembre, 2014

  • La Sardegna affonda, l’indifferenza abbonda

    dicembre 19, 2014 • Lavoro, z in evidenzaCommenti disabilitati su La Sardegna affonda, l’indifferenza abbonda

    di Luigi Coppola Una voragine incolmabile separa due giornate (come tante altre) segnalate puntualmente dai quotidiani sardi. In un inesauribile diario, bollettino di guerra e morte sociale, dove la vittima sacrificale è uguale ogni giorno: il lavoro. Se

  • Michele Placido inaugura la stagione di prosa a Sassari.

    dicembre 18, 2014 • Cinema e DintorniCommenti disabilitati su Michele Placido inaugura la stagione di prosa a Sassari.

    di Luigi Coppola Una esplorazione intensa e invasiva negli anfratti della natura umana.Il Re Lear di William Shakespear nella traduzione e adattamento di Michele Placido e Marica Gungui apre la stagione di prosa 2014/2015 al teatro comunale di Sassari

  • Il Boy scout e il Papa, attrazione fatale

    dicembre 18, 2014 • Agorà, z in evidenzaCommenti disabilitati su Il Boy scout e il Papa, attrazione fatale

    di Maria Teresa Busca Questo Papa piace molto. Conquista giornalisti atei, politici di sinistra, pianta alberelli della pace con altri leader religiosi, ma non vuole conquistare il Dalai Lama e quindi rifiuta di riceverlo. Si esprime senza troppe sottigliezze

  • processi mediatici, armi di distrazione di massa

    dicembre 18, 2014 • Cultura e Società, z in evidenzaCommenti disabilitati su processi mediatici, armi di distrazione di massa

    di Vincenzo Vita Tanto per cambiare assistiamo in diretta tv ai soliti processi mediatici dedicati a delitti di presunte “madri snaturate”, la storia si ripete, l’audience è garantita. Certo, è più agevole evocare l’eroismo di Maria Goretti o

  • Quale Dio bestemmiano i talebani macellatori di bambini?

    dicembre 17, 2014 • Medio Oriente, z in evidenzaCommenti disabilitati su Quale Dio bestemmiano i talebani macellatori di bambini?

    di Ennio Remondino* Il contagio della ferocia assoluta su Afghanistan e Pakistan e sino ad oggi l’Occidente si rivela impotente. La strage di Peshawar è stata rivendicata dal gruppo Tehreek-e-Taliban. Gruppo di etnia Pashtun che si forma nelle scuole

  • Da Sicilia libera a Forza Italia, Cosa nostra cambiò scelta politica

    dicembre 17, 2014 • Politica, Uncategorized, z in evidenzaCommenti disabilitati su Da Sicilia libera a Forza Italia, Cosa nostra cambiò scelta politica

    Al Processo Trattativa parla il pentito Tullio Cannella di Aaron Pettinari Dall’amicizia con il boss corleonese Leoluca Bagarella alla creazione del partito politico indipendentista, “Sicilia Libera”, fino all’appoggio dato a Forza Italia nel

  • Turchia, Erdogan contro la libertà di stampa

    dicembre 15, 2014 • Mondo, z in evidenzaCommenti disabilitati su Turchia, Erdogan contro la libertà di stampa

      di Nuccia Decio Stamane è calato il buio sulla stampa turca. Più di ottocento poliziotti sono stati inviati nella capitale e in tredici città del Paese per arrestare redattori e direttori di quella stampa che sarebbe controllata da Fethullah Gulen,

  • Per una politica della responsabilità

    dicembre 14, 2014 • Agorà, z in evidenzaCommenti disabilitati su Per una politica della responsabilità

      di Loredana Biffo La questione della cupola romana, come molti pensano, è l’ennesimo scandalo politico in una nazione che non ha la capacità di reagire. Non stiamo qui a fare l’elenco delle aberrazioni politiche degli ultimi 50 anni, a

  • Le vittime della jihad  5000 solo a novembre 

    dicembre 13, 2014 • Medio OrienteCommenti disabilitati su Le vittime della jihad  5000 solo a novembre 

    di Ennio Remondino* Le vittime della jihad 5000 solo a novembre Iraq e poi nel mondo. A novembre le vittime sono state 5042. In 664 attacchi in 14 Paesi. 168 morti al giorno, uno ogni sette ore. Un’indagine realizzata dalla BBC e dall’International

  • Il coraggio dei ragazzi di Hong Kong

    dicembre 13, 2014 • Cultura e Società, z in evidenzaCommenti disabilitati su Il coraggio dei ragazzi di Hong Kong

    di Nuccia Decio Venerdì 12 dicembre l’autorevole testata di Hong Kong, il South China Morning Post saluta la chiusura forzata di un “Periodo Straordinario”, mentre i media di Pechino esultano per “La resa dei manifestanti di “Occupy Central”.