MENU

Brittany, no alla svalutazione della sua scelta

ottobre 17, 2014 • Comunicati Stampa

Consulta-di-Bioetica1-272x300

Comunicato Stampa n.15/2014 Torino, 17 ottobre 2014

RIBADIAMO LA VALIDITÀ DELLA SCELTA DI MORTE VOLONTARIA DI BRITTANY A FRONTE DEI TENTATIVI DI SVALUTARLA

Il caso del suicidio assistito di Brittany Maynard ha suscitato vivaci commenti nella stampa di tutto il mondo. La Consulta di Bioetica Onlus (Sezione di Torino) ha già messo in evidenza come la vicenda faccia da battistrada a questo modo di morire che si sta rapidamente diffondendo (Comunicato Stampa n.14/2014,

http://www.consultadibioetica.org/news/?id=228). Oggi, 17 settembre 2014, il quotidiano Avvenire dà grande risalto a un caso di patologia analoga cui viene data una risposta diversa, di accettazione del morire attendendo nella riservatezza della famiglia il decorso della malattia.

Ovviamente il sottinteso è che questa seconda scelta sia quella migliore. Prendiamo atto che ciò mostra l’assenza di argomenti contro e si configura come un tentativo di deviare l’attenzione dal problema proponendo il modello tradizionale.

La Sezione torinese della Consulta di Bioetica Onlus rispetta anche questa altra scelta, ma ritiene che sia almeno altrettanto valida la scelta di Brittany. Sono scelte personalissime riservate alla discrezionalità dell’interessato.

La storia dirà quale delle due in futuro sarà preferita dalle persone. Al momento ribadiamo che la scelta di Brittany è coraggiosa e non va né sminuita né tantomeno demonizzata.

Maria Teresa Busca Consulta di Bioetica Onlus, Sezione di Torino

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »