MENU

A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina

novembre 19, 2013 • Politica, Uncategorized, z in evidenza

 

scudocrociato

di Angela Savia Spiteri

Cosa volevate succedesse nel centro-destra. È  stata una scelta ovvia quella di Angelino Alfano decidere di prendere le distanze dal padre e padrone. Fare il figliol prodigo di un vecchio politico pregiudicato in pieno declino, diciamocelo, non sarebbe stata una trovata geniale. Mettere in discussione ora il governo sarebbe stato un atto strategicamente controproducente per lui, vice premier e Ministro degli Interni. Proprio ora poi che sta per riaprirsi la grande questione sulla legge elettorale, ragion d’essere della larga intesa di cui è personalmente firmatario. Che figura avrebbe fatto! Il suo peso si sarebbe automaticamente ridimensionato e la sua immagine compromessa. E infatti lo ha detto sin da subito che, ora, il primo obiettivo è la riforma del sistema elettorale. Tanto comunque alle elezioni non si andrà nel 2014. E prendere tempo conviene a tutti.

Così, meglio pensare ad avviare un’impresa tutta propria e fondare un club tra ex dando una mano al rilancio del sogno democristiano visto che il momento è propizio e a quanto pare si gode anche della benedizione del Cardinal Ruini e di Monsignor Fisichella. Peccato che non si abbia a che fare con nessun De Gasperi e nessun Moro ma con piccoli scudocrociati alla riscossa.

A ben vedere poi la questione della decadenza potrebbe non entrarci poi così tanto. E potrebbe davvero rivelarsi un’ottima mossa che permetterà probabilmente la sopravvivenza dei berluscones. Pensate se le cose fossero andate diversamente. Berlusconi sta comunque per uscire di scena; se avesse adottato la linea dura avrebbe rischiato di aprire un vaso di pandora e far saltare ogni chance per nuovi possibili equilibri. Cosa che avrebbe messo in pericolo lo status quo caro a tutti.

In questo modo invece, per gli uni , ci si toglie da ogni possibile ulteriore imbarazzo che minacci la stabilità del governo senza che per gli altri ci sia neanche il bisogno di passare all’opposizione. Sarà questo quello che intendono quando parlano di bipolarismo.

Ci sarà, comunque, il nuovo centro, trattino, destra che vuole rifondare i valori del centro/destra, e l’altro centro, trattino, destra che di conseguenza quei valori li avrà persi in precedenza o non li avrà  mai avuti. Diciamo pure che è una gran paraculata e Alfano ha imparato dal maestro. Ma nel grande zoo ci si accomoda solo in gabbie diverse; il pasto che si consumerà sarà lo stesso. Già da subito potranno convergere sul lancio della rivoluzione dell’impiantistica sportiva annunciata di fresco dal ministro. Non si poteva mica pretendere un giuramento di sangue.

“Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi!” diceva Tancredi Falconeri nipote e pupillo del principe Don Fabrizio di Salina.

Di tutto questo il Pd di Letta ovviamente è compiaciuto, d’altronde la missione suicida è scattata da tempo. Anche il suo è un atto di responsabilità. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

In realtà siamo guidati da uomini che non hanno la dignità e la levatura etica per parlare di atti di responsabilità. Le loro sono figure bieche prive di buoni sentimenti ancorché politici. Non esistono valori nè  ideali. Mancano di immaginazione e di originalità, non hanno un’idea alternativa di paese, di società e di sviluppo. La lungimiranza si esclude aprioristicamente. Adottano soluzioni numeriche per nascondere l’ipocrisia e la corruttela delle loro azioni. In maniera chirurgica operano per stravolgere il significato delle cose e il senso delle parole generando confusione e garantirsi la stasi totale. Tutto questo con la politica non c’entra è  ovvio. È puro affarismo, l’unico obiettivo è il mantenimento di un sistema di privilegi che fino ad ora, bene o male, ha funzionato.

Mentre in passato il miglioramento delle condizioni sociali e materiali di vita è stato il mezzo usato per soffocare la coscienza sociale e  annichilire l’intelligenza individuale, oggi si usa il deterioramento di quelle condizioni e si minaccia il peggio per potenziarne l’azione.

La sensazione è quella di essere circondati da una palude tenebrosa, piena di melma torbida. Ci trasciniamo a fatica avvolti nell’ oscurità. Ed è spaventoso.

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »