MENU

Il narcotraffico e la Bolivia

ottobre 29, 2013 • Mondo, z in evidenza

 

africa_droga_map-294x300

Il narcotraffico è un giro d’affari miliardario che non conosce crisi, grazie al fatto che si continua a mantenere l’illegalità della droga, hanno la possibilità di effettuare un commercio che arricchisce produttori e ricevitori, proponiamo uno sguardo che mette in luce il vantaggio che questi hanno dalla produzione e dal commercio della droga, da parte di paesi la cui economia si basa proprio su questa produzione.

I narcotrafficcanti preferiscono le vie aeree per portare la droga del Paese, e questo in virtu’ dei controlli di polizia che per il momento si concentrano nelle rotte terrestri. Lo ha fatto sapere il viceministro della Defensa Social, Felipe Càceres, che ha anche ammesso che i controlli delle vie aeree non sono attivati.
“La nostra maggiore debolezza e’ l’appoggio aereo perche’, piaccia o meno, in questi ultimi tempi si sono intensificate le attivita’ illegali. Io direi che e’ quasi sotto controllo il traffico via terra. Ma, appena siamo stati in grado di farlo, i narcos hanno deciso di usare le vie aeree”.
Comunque i trafficanti talvolta usano fiumi e laghi per portare la cociana oltre le frontiere. Il Governo e’ preoccupato per questa situazione, nonostante gli aiuti che, per loro parte, vengono forniti dalla Policia Federal del Brasile.
E’ in attivita’ la rotta del narcotraffico tra la valle del Rio Apurimac e Ene (la zona selvatica e cocalera del Peru’) e l’Ammazzonia bolivina e brasiliana.
“E’ la nuova rotta del traffico delle droghe; talvolta vengono usati piccoli aerei nella Chiquitania, alla frontiera col Brasile, tra Corumna e San Matias, nonche’ di Guayaramerin e Riberalta. In queste zone i narcos non solo utilizzano le viee aeree, ma anche quelle fluviali, procedendo coi traffici attraverso il fiume”.Un caso particolare di narcotraffico via aerea, c’e’ stato lo scorso agosto, a Santa Cruz, quando in un solo giorno sono state sequestrate droghe e quattro piccoli aerei che erano usati per il trasporto illegale partendo da piste clandestine.
La mancanza di appoggio aereo non e’ solo ad oriente, ma anche nella valle e a nord di La Paz. Gli elicotteri UH1 che sono a Chimoré, per esempio, non possono sorvolare le Yungas perche’ non hanno autonomia di volo a piu’ di 4.000 metri di altezza. Nel giugno del 2014 arriveranno due dei sei elicotteri Super Puma, che possono volare fino a 8.000 metri.
Càceres ha fatto sapere che i narcos usano anche mezzi inusuali: i piccoli aerei, nell’oriente, sono fatti con carta di carbone in modo da non essere intercettati dai radar della frontiera.
Il Governo ha comprato sei aerei K8 per questo controllo che, pero’, non sono operativi perche’ non hanno i relativi radar, che hanno un costo molto alto; stiamo aspettando un aiuto da parte della cooperazione internazionale per far fronte a questa carenza -ha detto Càceres.
I risultati dei divieti
Fabbriche
Nel 2013 sono state distrutte 3.739 fabbriche di cocaina e sono state arrestate 3.823 persone coinvolte.
Cocaina
Fino al 14 ottobre sono state sequestrate 14,69 tonnellate di pasta base di cocaina e 1,13 tonnellate cloridrato di cocaina, per un totale di 15,82 tonnellate
Aerei entrano dal Peru’ e dal Paraguay
Il viceministro fa sapere che nel Paese giungono aerei con carichi di droga provenienti dal Peru’ e dal Paraguay. Per la parte peruviana, provengono dalla zona amazzonica, mentre passano da Santa Cruz quelli provenienti dal Paraguay.
Alla fine di settembre, la polizia della Fuerza Especial de Lucha Contra el Narcotráfico (FELCN) ha individuato un piccolo aereo a Okinawa (comune di Santa Cruz) in cui si trasportavano 315 Kg di cocaina.
Altra operazione che a fine settembre ha richiamato l’attenzione, e’ stata il sequestro di 1,08 milioni di dollari che erano nascosti in un piccolo aereo a Pozo del Tigre, vicino al comune di San José de Chiquitos. In questa operazione sono state arrestate due persone armate e sequestrati due motori. In base alle indagini della polizia si e’ scoperto che i soldi conteuti in borse di polietilene, erano state ritirate presso una banca del Paraguay.

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »