MENU

Diritti umani tradotti in arte

ottobre 19, 2013 • Cultura e Società, z in evidenza

539853_198852670217412_1772536224_n

                  “La Sposa bambina”

Opera del Maestro Beppe Gallo – acquerello

Mostra collettiva “Human Rights: call for artists”

I diritti umani tradotti in arte al “Robert Fitzgerald Kennedy Center of Europe” nel complesso “Le Murate” a Firenze. Dal 23 al 30 ottobre 2013.

Il RFK Center Europe a “Le Murate” di Firenze ospita quest’anno la III edizione de “Il mondo che cambia. Pensare il cambiamento”, serie di incontri pubblici ideata da Giorgio Burdese e organizzato dall’AICS Area Cultura – Comitato Provinciale di Firenze, e dall’Associazione UmaneXXImo. Prescelta come location simbolica per l’evento l’area riqualificata dell’ex-carcere delle “Murate”, ristrutturata recentemente secondo le linee- guida architettoniche di Renzo Piano, ed ora adibita, da luogo di reclusione e sofferenza, a complesso residenziale popolare, centro commerciale e polo di aggregazione sociale, nonché snodo culturale di livello internazionale. E’ sede, infatti, del progetto “Smart dissidents”, basato sull’educazione ai diritti umani e libertà dei popoli secondo il modello della famosa “Maison” parigina, ed accoglie giornalisti, dissidenti ed attivisti politici perseguitati nei loro paesi d’origine, dalla Cina alla Russia, dall’Afghanistan all’Iran, offrendo loro la possibilità di vivere al sicuro e far conoscere al mondo gli orrori e le minacce dei loro regimi.

L’ultimo incontro della manifestazione, intitolato “I diritti dell’uomo”, è dedicato all’arte contemporanea, intesa come veicolo di speranza per un futuro più umano e solidale. Proporrà una mostra di lavori di oltre sessanta artisti provenienti da tutto il mondo, che hanno risposto alla chiamata realizzando un’opera d’arte ispirata ad uno dei diritti fondamentali sanciti dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo che fu adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948 nel Palais de Chaillot a Parigi. Tra i diritti illustrati, quello alla salute ed al benessere, alla cultura e alla creatività, al progresso scientifico e così via, nello spirito della lotta al pregiudizio, all’incomprensione e all’omologazione e per promuovere la sostenibilità.

Tra i partecipanti si segnalano, tra gli altri, Olga Abramova (pittura, Russia), Horst Beyer (pittura, Germania), Laura Hadnett (grafica, Irlanda), Mikayel Ohanjanyman (scultura, Armenia), Ignazio Fresu (scultura, Italia), Ludovica Gambaro (grafica d’arte, Italia), Dorothy Pizzuti (scultura, USA), Miljan Suknovic (pittura, Montenegro), Annalisa Venturini (pittura, Italia), Beppe Gallo (pittura, Italia).

Il programma della serata prevede, dopo l’introduzione ed i saluti degli organizzatori, alcune performances di attori e letterati che introdurranno successivmente la presentazione, da parte del direttore artistico Valerio Giovannini, degli artisti presenti e del diritto scelto nelle loro opere. Il vernissage si concluderà con la proiezione del documentario irlandese “Adventures of an Art Fancier”, che evidenzia il ruolo sociale dell’arte contemporanea, con interviste realizzate durante la Culture Night della città di Cork nel 2012.

La mostra sarà visitabile fino al 30 ottobre nella Sala delle Colonne Ottagonali della RFK International House, in Via Ghibellina, 12/a Firenze, con orario 9.30 – 18.30, escluso sabato e domenica. L’ingresso è libero.

DIRITTO DELL'UOMO ok_1000

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

« »